Utilizzando questo sito accetti implicitamente l'uso dei cookies.
Clicca qui per maggiori informazioni.
chiudi
LILT
LILT compie 95 anni


scegli la dimensione del carattere - A | A | A | A

Valid XHTML 1.0 StrictCSS Valido!

sezione chi siamo
Home  -  Chi siamo  
stampa questo ducumento  invia a un amico  condividi con facebook 

Rapporti internazionali

La LILT e i rapporti internazionali

Prevenzione senza frontiere

La pressione di una situazione economica ancora difficile nel mondo Occidentale, l’accelerato processo di sviluppo economico di alcuni Paesi, l’impatto significativo su ambiente e risorse del nostro pianeta sono problematiche strettamente legate alla salute e alla qualità della vita delle popolazioni.

La LILT, con quasi un secolo di attività alle spalle, ha raccolto queste nuove e difficili sfide e, nell’ambito della propria missione di Prevenzione, ha rilanciato e intensificato i rapporti internazionali, affinché collaborazione, scambio, sinergie avvicinino sempre più il tempo in cui il tumore sarà finalmente vinto.

La LILT membro del Forum Europeo per la Salute Maschile (EMHF)

Dall’ agosto 2009 la LILT è diventata membro dell’EMHF Forum Europeo per la Salute Maschile (European Men’s Health Forum - EMHF) – organizzazione indipendente, non governativa e senza fini di lucro – rafforzando così il proprio impegno a promuovere, sia a livello nazionale che internazionale, iniziative a favore della Prevenzione rivolte alla popolazione maschile. Il Forum Europeo per la Salute Maschile- EMHF è l’unico organismo europeo impegnato a migliorare la salute degli uomini e rappresenta un nuovo e importante strumento di collaborazione con altre organizzazioni europee.

Tra gli obiettivi principali: incoraggiare e sostenere le organizzazioni e le istituzioni regionali, nazionali e internazionali (governativi e non) al fine di  inserire nella politica sanitaria le problematiche riguardanti la salute maschile; fornire informazioni sanitarie indirizzate agli uomini; promuovere tra la popolazione maschile la consapevolezza dell’importanza della propria salute; creare una rete di collaborazione con le altre organizzazioni europee operanti nel settore sanitario.

Nei giorni 9 e 10 ottobre l’European Men’s Heath Forum (EMHF) ha tenuto un importante meeting a Vienna, al quale ha partecipato il prof. Vittorio Silano a nome della LILT.

Al centro dei lavori le esperienze dei diversi Paesi rappresentati: dalle politiche nazionali tese a determinare più efficaci approcci alla tutela della salute maschile, alle iniziative già in atto – e future – in materia di informazione e coinvolgimento dei cittadini.

Un tema, quello della Prevenzione-uomo, a cui la LILT intende dedicare na particolare attenzione auspicando attività e iniziative in stretta collaborazione con l’EMHF.

La LILT e la Cina

Il 2009 è stato l’anno in cui si è intensifica la collaborazione tra Italia e Cina sul fronte della lotta al cancro.

Già nel 2004 era stato stipulato un Protocollo d’intesa tra la LILT e la Chinese Anti Cancer Association (CACA) che aveva come obiettivo la Prevenzione dei tumori. Un Protocollo a cui sono seguiti, negli anni successivi, diversi convegni e riunioni.

L’incontro bilaterale si è svolto il 4 novembre presso il Ministero del Lavoro su invito del ministro Ferruccio Fazio. La delegazione del CACA era composta dal dott. Xi-Shan Hao, Presidente dell’Associazione Cinese Contro il Cancro, dal Direttore del Dipartimento di Epidemiologia preso l’Istituto Contro il Cancro a Tianjin dott. Ke-Xin Chen, e dal dott. Guo-Guang Ying Vice Direttore dell’Istituto Contro il Cancro a Tianjin. Per la LILT hanno partecipato, tra gli altri, il Presidente Nazionale prof. Francesco Schittulli e il Direttore Generale avv. Bruno Pisaturo.

Al centro del colloquio un ampio confronto sulla malattia e uno scambio approfondito di informazioni su incidenza, metodologia di approccio in merito a prevenzione, diagnosi e cura dei tumori in Cina e in Italia.

In particolare è stato sottolineato come il forte sviluppo economico in Cina sia stato accompagnato, purtroppo, da un notevole aumento di casi di tumore. Per quanto riguarda il nostro Paese, invece, è stato rilevato che a fronte di un aumento dell’incidenza della malattia, diminuisce la mortalità e questo grazie ad una costante e incisiva informazione sulla prevenzione. Una collaborazione proficua, quella tra LILT e CACA, in campo sanitario e soprattutto nel settore oncologico, come ha sottolineato il Presidente prof. Schittulli.

La LILT all’Assemblea Generale dell’ European Cancer Leagues

L’European Cancer Leagues (ECL) conta in tutta Europa ben 24 associazioni impegnate nella lotta contro il cancro e rappresenta un valido supporto alle attività dell’Unione Europea e delle Commissioni competenti in tema di salute e prevenzione oncologica.

In quanto membro dell’ECL la LILT ha partecipato all’Assemblea Generale che si è svolta ad Amsterdam il 17 ottobre 2009 dove, tra l’altro, sono state approvate le iniziative per il 2010.

Promuovere stili di vita sani al fine di ridurre l’incidenza dei diversi tipi di tumore tra i cittadini del vecchio continente; garantire un maggiore e migliore accesso ai programmi di screening; sostenere l’istituzione e l’attuazione di programmi nazionali contro i tumori in tutti gli Stati europei, sono gli obiettivi strategici da raggiungere attraverso attività di comunicazione, formazione e collaborazione.

La LILT, al fine di intensificare la collaborazione con l’ECL, ha invitato a Roma, per una serie di incontri, il Presidente dell’organizzazione, prof. Tezer Kutluk.


Marzo 2017
D L M M G V S
      01 02 03 04
05 06 07 08 09 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31