Utilizzando questo sito accetti implicitamente l'uso dei cookies.
Clicca qui per maggiori informazioni.
chiudi
LILT
Dona il tuo 5x1000


scegli la dimensione del carattere - A | A | A | A

Valid XHTML 1.0 StrictCSS Valido!

le guide di LILT
Home  -  Le guide LILT    -    
stampa questo ducumento  invia a un amico  condividi con facebook 

Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica 2015

20 - 29 marzo 2015

la copertina della pubblicazione

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità contrastare l’obesità infantile è una delle maggiori sfide per la salute pubblica del XXI secolo.
Parlando di cifre, si calcola che nel mondo i bambini in età scolare obesi o in sovrappeso siano 155 milioni, mentre i bambini sottopeso con età inferiore ai 5 anni siano 148 milioni, pari al 25% della popolazione mondiale denutrita*. Il fenomeno purtroppo è in costante crescita. Al Nord America ed all’Europa (l’Italia è ai primi posti) si vanno affiancando i paesi a basso e medio reddito, quasi a voler dimostrare un paradigma di inversione simbolica tra cibo e status quo. Sempre l’OMS puntualizza la relazione tra obesità, sovrappeso, e le probabilità di sviluppare precocemente diabete e malattie cardiovascolari. Mentre studi epidemiologici rivelano come circa il 35% dei tumori si possa associare all’errata alimentazione.
Regolare attività fisica e corretta alimentazione devono quindi ritrovare il giusto ruolo, sviluppando un’attenzione sempre maggiore da parte delle istituzioni ed una consapevolezza da parte dei cittadini alle tematiche della prevenzione, che letteralmente significa “agire prima”. Agire, prontamente e con buon senso: questo è quanto siamo chiamati a fare. Siamo noi, con le nostre abitudini, a dare l’imprinting ai nostri figli. Sono le nostre abitudini il primo esempio per i nostri ragazzi.
Un’attenzione particolare ai più giovani può dunque rivelarsi la strategia vincente: adottare una prospettiva focalizzata sull’età in cui le abitudini alimentari e gli stili di vita iniziano ad incidere sull’organismo, ma sopratutto quando l’educazione può fare ancora molto nel contribuire a creare una cultura della Prevenzione. Questo ci impone di ritrovare il senso profondo dell’opera che la LILT porta avanti da ormai quasi un secolo. E il nostro olio extravergine d’oliva, simbolo della sana e corretta alimentazione, della convivialità e della tradizione che ci contraddistinguono, vuole raccontare durante la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica della LILT, tutto questo “con gusto”, soprattutto con il coinvolgimento attivo e diretto dei più giovani.


Maggio 2017
D L M M G V S
  01 02 03 04 05 06
07 08 09 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

opuscolo LILT associato L'opuscolo LILT

immagine della copertina

Alimentiamo la prevenzione per sconfiggere il cancro

Opuscolo pubblicato in occasione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologca


immagine della copertina

Il super album della salute

Un simpatico album per insegnare ai più piccoli a vivere bene e in salute!


immagine della copertina

La prevenzione vince il tumore

Settimana Nazionale per la prevenzione 2004


immagine della copertina

LILT e le food bloggers portano in tavola le Prevenzione

Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica 2012


immagine della copertina

Nastro Rosa 2012

Forza. Credi in un mondo senza più tumore al seno, Fino ad allora noi ci saremo


immagine della copertina

immagine della copertina

Prevenzione diagnosi e cura dei tumori

A cura dell'Ospedale “Cristo Re” Centro Oncologico Interdisciplinare - Roma


immagine della copertina

Prevenzione... mi volio bene

Pubblicazione realizzata in occasione della Settimana Nazionale per la Prevenzione


immagine della copertina

Restart

Riparti con uno stile di vita più sano


immagine della copertina

immagine della copertina

immagine della copertina

Settimana Nazionale per la prevenzione Oncologica 2014

Prevenire significa offrire a ciascuno di noi gli strumenti principali con cui difendere la salute e, quando questa è minacciata, fare in modo di curarla nella maniera meno invasiva e più efficace.